Versione accessibile
Mercoledì, 26 Aprile 2017    
 

Home > Procedimenti Attività Economiche

 


Il Comune
Servizi comunali
Webcam S. Giulia


Procedimenti Attivita' Economiche

STABILIMENTI BALNEARI

Commercio ed Attività Economiche

Chi può esercitare l'attività

Chiunque intenda aprire uno stabilimento balneare (o qualsiasi struttura similare di servizio alla balneazione, come una “spiaggia libera attrezzata”) deve munirsi di una specifica autorizzazione prevista dall’art.86 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza (Regio Decreto n. 773 del 18 giugno 1931).

Per effetto dell’art.19 della legge 7.8.1990 n.241, l’autorizzazione è attualmente sostituita da dichiarazioni di inizio di attività, che assolvono al medesimo scopo di sottoporre a controllo pubblico alcuni aspetti dell’attività e precisamente:

  1. requisiti igienico-sanitari relativi alla preparazione  e somministrazione di alimenti e bevande;
  2. tutela dell’ordine pubblico e requisiti morali  degli organizzatori;
  3. sicurezza statica degli impianti ed incolumità del pubblico;
  4. titolo per l’occupazione di aree del demanio marittimo statale;
  5. tutela dell’ambiente dagli scarichi in acqua.

Come si accede

Chi intenda aprire una nuova struttura balneare dovrà assolvere le seguenti formalità:

  1. Denuncia  di  inizio  di  attività  (D.I.A.)  ai  sensi  art. 6  reg. CE 852/2004 ( disciplina  igienico - sanitaria  del  settore  alimentare ) da presentare alla ASL per il tramite del Comune (Servizio Attività Produttive), mediante apposita modulistica (modello 5A e modello 5B);
  2. Dichiarazione di inizio di attività ai sensi della normativa vigente (vedi fondo pagina) da presentare Servizio Attività Produttive del Comune, mediante apposito modello 49A, allegando i documenti  richiamati nella modulistica;
  3. Titolarità di una concessione demaniale marittima  o di un atto di affidamento in gestione ex art.45-bis Cod. Nav. da parte del Comune di Lavagna;
  4. Titolarità di “Autorizzazione Unica Ambientale”, finalizzata al controllo preventivo sulle emissioni e gli scarichi prodotti, rilasciata dal Servizio Ambiente del Comune, a seguito di apposita ed ulteriore domanda da presentare separatamente.

Il piano comunale delle spiagge, approvato con Decreto del Dirigente Regione Liguria n. 295 27/2/2007, stabilisce che non vengano rilasciate nuove concessioni per stabilimenti balneari, mentre prevede la riconversione di strutture atipiche in forme ricettive balneari e l'apertura di spiagge libere organizzate, per accogliere animali domestici, in corrispondenza del casello 44.

Alla luce di quanto sopra, ed in attesa del concorso per l’assegnazione della nuova spiaggia libera (il cui bando sarà emanato non appena stabilizzata la spiaggia interessata), l’unica possibilità di accedere alla gestione di strutture balneari è il subingresso in attività esistenti (modello 49B  e  modello 5C).

Gli attuali gestori di stabilimenti balneari / spiagge libere attrezzate sono tenuti, all’inizio di ogni stagione balneare, a comunicare all’Amministrazione Comunale la loro intenzione di riprendere la propria attività stagionale, presentando una apposita dichiarazione conforme al modello 49C.

I referenti

Gli operatori dell' Ufficio Commercio ed Attività Economiche

Norme di riferimento

- Art. 86 T.U.L.P.S. (Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza),  approvato con R. D. n. 773 del 18 giugno 1931;
- Art. 19  Legge 7 agosto 1990 n. 241;
- Artt. 56 Legge Regionale 2 gennaio 2007 n.1;



 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente



Cerca nel sito
    
Eventi della vita
Abitare
 
Avere un figlio
 
Avere una famiglia
 
Bandi, Gare e Appalti
 
Essere cittadino
 
Fare sport
 
Lavorare
 
Studiare
 
Usare un mezzo di trasporto
 
Vivere il tempo libero e la cultura
 
Vivere l'ambiente
 

Dimmi chi sei

Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni