Versione accessibile
Mercoledì, 26 Aprile 2017    
 

Home > Procedimenti Attività Economiche

 


Il Comune
Servizi comunali
Webcam S. Giulia


Procedimenti Attivita' Economiche

ACCONCIATORI (BARBIERI E PARRUCCHIERI)

Commercio ed Attività Economiche

Che cosa sono

La legge n. 174/2005 ha eliminato la distinzione fra le attività  di parrucchiere per uomo e donna e di barbiere, riunendole nella definizione di "acconciatore", che comprende “tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l'aspetto estetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici complementari, che non implicano prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba, e ogni altro servizio inerente o complementare, "con l'ulteriore precisazione che: "le imprese di acconciatura .. (inoltre) possono svolgere esclusivamente prestazioni semplici di manicure e pedicure estetico".

L’art. 10 del Decreto Legge 31.1.2007 n. 7 intitolato “Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attivita' economiche e la nascita di nuove imprese” ha completamente liberalizzato il settore stabilendo che:

  • l’attività di acconciatore non è più soggetta ad autorizzazione, ma a semplice dichiarazione di inizio di attività (D.I.A.);
  • sono aboliti tutti i limiti relativi ad una distanza minima fra esercizi o ad un numero massimo di esercizi per zona o per Comune;
  • è abolito l’obbligo di osservare una giornata di chiusura infrasettimanale.

Come si accede

Le condizioni per svolgere l’attività di acconciatore sono:

  • il possesso dell’abilitazione professionale prevista dall’art.3 della legge n. 174 del 17 agosto 2005 per il titolare dell’attività e/o eventuali soci o dipendenti direttamente adibiti al trattamento dei clienti;
  • i requisiti urbanistico-edilizi (cioè l’agibilità) ed igienico-sanitari dei locali in cui si esercita l’attività: questi ultimi sono specificamente stabiliti nel Regolamento Comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 25.2.1971.

N.B. - chi intenda avviare oppure trasferire l’attività di acconciatore deve inoltre munirsi di “Autorizzazione Unica Ambientale”, finalizzata al controllo preventivo sulle emissioni e gli scarichi prodotti, rilasciata dal Servizio Ambiente del Comune, a seguito di apposita ed ulteriore domanda che l’interessato ha l’onere di presentare separatamente.

I referenti

Gli operatori dell' Ufficio Commercio ed Attività Economiche


Tempi

L’attività può essere iniziata decorsi 30 giorni dalla presentazione della dichiarazione. Il termine è concepito per consentire al Comune di effettuare eventuali controlli.

L'avvio deve essere comunicato al Comune.


Norme di riferimento

>
Legge n. 174 del 17 agosto 2005
> Decreto Legge 31.1.2007, n. 7
> Regolamento comunale per l'esercizio delle attività di barbiere e di parrucchiere per uomo e donna approvato con delibera consiliare n. 19 del 25 febbraio 1971



 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente



Cerca nel sito
    
Eventi della vita
Abitare
 
Avere un figlio
 
Avere una famiglia
 
Bandi, Gare e Appalti
 
Essere cittadino
 
Fare sport
 
Lavorare
 
Studiare
 
Usare un mezzo di trasporto
 
Vivere il tempo libero e la cultura
 
Vivere l'ambiente
 

Dimmi chi sei

Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni